Investigazioni Aziendali

FALSA MALATTIA E ASSENTEISMO

Nel diritto del lavoro la malattia è intesa come “un’alterazione della salute che provoca un’assoluta o parziale incapacità di svolgere l’attività lavorativa tale da portare alla sospensione temporanea del rapporto, durante la quale il lavoratore mantiene il diritto a conservare il posto di lavoro, al versamento dei contributi e a un’indennità ed è tenuto a non compromettere il suo percorso di guarigione ed essere reperibile, nelle fasce orarie predisposte, per le eventuali visite medico-fiscali”.

Qualora il datore di lavoro sospettasse una falsa malattia può richiedere una visita medico fiscale alla ASL competente, oppure ricorrere ai servizi di un’agenzia investigativa.

In quest’ultimo caso è possibile appurare, al di là di ogni dubbio, l’eventuale condotta scorretta del dipendente.

falsa-malattia-1
falsa-malattia-1-2

Qualora venisse accertata in modo inconfutabile l’inesistenza della patologia è possibile licenziare il dipendente per giusta causa.

A seguito degli accertamenti, sviluppabili su tutto il territorio Nazionale e svolti attraverso tutti gli strumenti investigativi che si renderanno necessari, nel pieno rispetto della Normativa vigente, sarà fornito un dettagliato report investigativo, eventualmente producibile in giudizio, che conterrà tutte le informazioni necessarie per avviare un procedimento di licenziamento per giusta causa.